IL MIO DIVANO DEL SABATO

Se quel divano sapesse come parlare, sono sicuro che sarebbe: sono succulento e segnato da un bel sesso … Tutto è iniziato nel pomeriggio di luglio 2020. Come routine dopo il pranzo della domenica, abbiamo preso la trapunta e ci siamo sdraiati sul divano, rilassati guardando il film. Il sesso è diventato complicato in questo periodo del coronavirus, il desiderio e il polso l’uno per l’altro erano incontrollabili. – Senti l’amore? – No, quale bruna? – I miei genitori stanno dormendo. – Non ha aspettato! Mentre era sdraiata sul mio petto, mi guardò alzando la testa e disse: – Ho un regalo! – Vuoi? – Veramente bruna ?! – Ti piacerà! Si alza lentamente, calma e silenziosa in modo misterioso, mettendo la trapunta sopra la spalla. Il suo sguardo seducente mi cattura mentre la guardo mentre si toglie lentamente i pantaloni. Alzando le braccia, il piumone cade a terra. Ora che si era tolta la camicetta bianca, sotto tutti quei tessuti, c’era una lingerie blu String, a dare forma a quel corpo color cioccolato. – Wow, quella delizia bruna. – Ho adorato il regalo! – Calmati amore mio … – Perché questo è solo l’inizio! Mi sono seduto sul divano, lei mi ha messo a cavalcioni. Il suo bacio mi ha succhiato il collo. Tirandomi i capelli come un prepotente. Ha il controllo della situazione. – È gustoso bastardo ?! – Mi piaci così tanto! – Allora vieni? – Non c’è bisogno di chiedere …! L’ho sollevata e l’ho adagiata sul divano. Ho tirato la parte inferiore della lingerie, proprio come quando ho baciato il suo corpo. La mia bocca portava al centro delle sue gambe. – Il nostro bastardo! – Succhia molto gustoso! – Sono bagnato per te. – Spremimi le tette! Amo la prostituzione. Era così rigido e verticale, sembrava che stavo per strapparmi i pantaloni. – Morena, visto che ti piaceva mostrare il tuo cielo ?! – Adesso ci volerò dentro! La sua carne era così bagnata che sono entrato subito. Lento e forte, per sapere che ero già arrivato. Col passare del tempo, è diventato più caldo. Mi sono tolto completamente i pantaloni – Questa è una cosa sporca. Le ho messo a cavalcioni tenendo quei seni pieni, tirandola indietro. Gli ho tenuto il collo con l’altra mano. L’ho colpito forte quando il divano ha iniziato a muoversi. – Pugno sul mio grosso cazzo! – Pugno sì stronza! – Chiamami puttana, chiama ?! – Prendi la tua puttana, molto forte! Il suono forte dei nostri corpi che discutono, abbiamo dimenticato il dettaglio che i tuoi genitori erano lì … – Danesse! Vale la pena rischiare il sesso. – Vieni qui sporco! – Wow, quanto è forte! – Ti farò gustare gustoso! – Sdraiarsi? Sai che non posso! – Oggi è il giorno da raggiungere! – Wow cosa ha deciso ?! – Per te lo sono! Mi sono sdraiato sopra. Ho unito le mie braccia sotto di essa, tenendola sulla sua spalla. Mi avvicinai alla mia coscia sopra la sua, la guardai negli occhi e dissi: – Brita, la mia bruna. – Brita? Non ho capito? – Jackhammer, sussurrai maliziosamente. L’ho colpito forte e veloce come un martello pneumatico. I suoi occhi erano felici e la sua contrazione era fuori controllo – da dove l’hai imparato ?! Ero così veloce, quando ha parlato ho avuto difficoltà. – Mi godrò l’amore così. – Mi divertirò bastardo! – Quanto velocemente! – Sto arrivando, ca … – C’è! Fanculo! – Com’è delizioso, ragazzo! Il mio cazzo pulsava, pulsava, voleva implodere, non ce la facevo a sopportarlo … Incontrollato è scappato velocemente, il che ha diffuso il mio godimento sulle cosce, sulla pancia e sul viso, nemmeno il divano sfuggiva a quel getto di pressione. Quell’ambiente delizioso con quel forte odore, sarà un delizioso e sporco ricordo della nostra storia.

Deixe um comentário

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair /  Alterar )

Foto do Google

Você está comentando utilizando sua conta Google. Sair /  Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair /  Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair /  Alterar )

Conectando a %s